Nuovi fondi per agevolazioni ISEE, Cultura e Circoscrizioni


Quando avevamo approvato il bilancio, lo scorso 24 marzo, vi avevo comunicato la maggior parte degli interventi che erano stati fatti.
Vi ho informato su quali fossero i nostri punti fermi, le esigenze ritenute prioritarie, i nostri valori, ma anche i capitoli di spesa su cui avremmo fatto delle razionalizzazioni.

Avevamo tutelato welfare e istruzione, avevamo previsto fondi per interventi su tutta la città, e avevamo raddoppiato i fondi per la manutenzione ordinaria.

 

Tuttavia non vi avevo nascosto che ci sarebbero state anche delle razionalizzazioni di spesa, e nei giorni successivi – come è giusto che sia – se n’è parlato parecchio.

 

Ricordo bene un altro dettaglio però: mi impegnai nei confronti del Consiglio Comunale e di tutta la Città a metterci al lavoro, dal giorno successivo, per ripristinare quanto più possibile i fondi sui capitoli di spesa che avevano contribuito di più.

 

Nuovi fondi: un impegno preso e che abbiamo mantenuto


Oggi sono felice di dirvi che – con una delibera approvata questo pomeriggio – siamo in grado di ripristinare dei risorse su alcune voci che più avevano contribuito in fase di prima stesura.

 

Grazie al lavoro della Giunta, del Consiglio Comunale e di tutti gli uffici – a cui va il mio più sincero ringraziamento – abbiamo rifinanziato alcuni capitoli di spesa importanti.

Dalle agevolazioni ISEE per la tassa rifiuti alla Cultura, dalle scuole paritarie FISM alle Circoscrizioni, dallo Sport alla tutela degli animali.

I dettagli li definiremo in occasione delle prossime Giunte, ma ritengo che questo sia il dato importante.

 

 

Infografica nuovi fondi al bilancio di Torino

 

 

Si tratta di una manovra di quasi 5 milioni, resa possibile in parte da economie di spesa dei vari assessorati, e in parte da maggiori entrate derivate, nello specifico, dall’occupazione del suolo pubblico, dall’addizionale IRPEF e dalle riscossioni.

 

A distanza di tre mesi dunque sono felice di aver mantenuto quanto detto davanti al Consiglio Comunale e alla Città di Torino.

 

Preciso tuttavia che si tratta di una manovra straordinaria, che non muta il contesto di difficoltà in cui versano i conti della Città, su cui stiamo lavorando quotidianamente. 

 

Aggiungo solo una considerazione personale, che probabilmente molti di voi già sanno:

 

a volte i lavori migliori sono quelli che si fanno in silenzio.

 

Grazie ancora a tutte e tutti coloro stanno sostenendo il nostro impegno.

Share