San Giovanni: grazie a tutte e tutti


Ancora una volta, ieri, abbiamo raggiunto due grandi obiettivi. E lo abbiamo fatto insieme.

I recenti fatti non ci hanno impedito di celebrare San Giovanni e appropriarci dei momenti collettivi di festa e degli spazi pubblici.
Tante persone ieri hanno reso viva la festa della Città andando con i loro cari e i loro amici a vedere i fuochi d’artificio.

Il secondo obiettivo raggiunto è quello legato alle nuove misure di sicurezza per i grandi eventi, volute a livello nazionale dal capo della Polizia Gabrielli.
Torino si è attrezzata per aumentare e quindi garantire la sicurezza, ed è stato uno sforzo che ha necessitato di non poche risorse professionali, umane ed economiche.

La Questura e tutte le istituzioni coinvolte hanno saputo elaborare un piano che la Città ha poi seguito e che – ora possiamo dirlo – ha funzionato.

Certamente è tutto diverso rispetto dal passato e, col tempo, saremo in grado di migliorare e rendere familiari anche queste nuove procedure.

M i ha fatto piacere constatare che proprio queste misure hanno fatto sentire più sicure le persone. Ieri in piazza ho visto tante famiglie, tanti bambini, e nessuna bottiglia abbandonata.

Oggi leggo tantissimi commenti e messaggi di cittadini e cittadine che, constatate in prima persona la sicurezza e la vivibilità che sono state garantite ieri, torneranno più volentieri il prossimo anno.

Torino, dunque, va avanti e saranno ancora molte, in futuro, le occasioni di festa nelle nostre piazze.

Ringrazio per la collaborazione ciascuno di voi, tutte le Istituzioni coinvolte, gli operatori del Primo Soccorso, i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale, le Forze dell’Ordine la Protezione Civile con tutti i suoi volontari e i tanti che hanno lavorato e lavorano con passione per la Città.

Torino continuerà ad essere una comunità viva e coesa.

Share