828 milioni. La metro 2 di Torino diventerà realtà

Sono oltre 800 milioni i fondi previsti dalla Legge di Bilancio licenziata dal Consiglio dei Ministri, destinati ai lavori per la Metro 2, seconda linea della metropolitana di Torino.

📈 Questi primi stanziamenti – già annunciati recentemente dal Presidente Conte proprio durante una visita a Torino – saranno ripartiti dal 2020 al 2032 e permetteranno l’avvio dei lavori di un’infrastruttura strategica per la Città di Torino e per tutto il territorio metropolitano. Il cui tracciato è già stato approvato dall’Amministrazione cittadina.

Un provvedimento assolutamente fondamentale e fortemente cercato dall’Amministrazione, che conferma la massima attenzione del Governo al nostro territorio ma, soprattutto, sensibilità e lungimiranza su progetti strategici per il rilancio della Città.

Si tratta infatti di un’opera che cambierà il volto della nostra Città, portando benefici alle periferie nord e sud e rendendo il trasporto pubblico più efficiente. Porterà inoltre ulteriore riqualificazione delle aree interessate, ne beneficeranno le imprese e il commercio.

Un’opera che nel complesso vale diversi miliardi di investimenti e quindi nuovi posti di lavoro.

🌳 Dal punto di vista ambientale, si stima una riduzione del traffico privato fino a 300mila passaggi giornalieri, tema fondamentale per una Città come Torino, dove l’inquinamento dell’aria è un problema urgente e che vede nel traffico la fonte dell’85% delle emissioni.

Ci tengo a ringraziare tutto il Governo, il Premier, Giuseppe Conte, la Ministra Paola De Micheli e la viceministra Laura Castelli per lo sforzo profuso e l’attenzione dedicata a Torino, oltre all’Assessora Maria Lapietra e a quanti si sono spesi per questo risultato.

🔜 Vi teniamo aggiornati!

#TorinoRiparte🚀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti per rimanere in contatto

Grazie per esserti iscritto!

C'è stato un errore nell'inoltrare la richiesta. Per favore, riprova.

Chiara Appendino userà le informazioni che fornirai per rimanere in contatto con te e per attività elettorali