Bilancio approvato 2020 e nuove assunzioni in comune

Oltre 400 assunzioni per il Comune nel 2021. Bilancio nuovamente approvato entro l’anno

Anche quest’anno la Giunta ha approvato il bilancio di previsione pluriennale (anni 2021, 2022, 2023) entro la fine dell’anno.

Era già accaduto l’anno scorso… dopo 24 anni.

È bene ricordare sinteticamente cosa significa il rispetto di queste tempistiche, ovvero migliore possibilità di programmazione, migliore gestione e organizzazione delle gare e, di conseguenza, dei lavori e dei servizi pubblici.

Ma vediamo alcuni punti salienti di questo bilancio, i cui dettagli potete trovare nel link sotto.

  • Inalterata la spesa per welfare e cultura.
  • Aumenti gli investimenti in scuola e istruzione.
  • Ulteriore impegno a ridurre la spesa dell’Ente Comunale mantenendo inalterati i servizi ai cittadini.

Non solo, nei prossimi anni prevediamo 823 nuove assunzioni, di cui 409 già nel 2021. Si tratta di un turn over del personale del 69%, che garantirà l’ingresso di giovani.

Non mancano gli investimenti, previsti al momento nella misura di 30 milioni ogni anno, che saranno necessariamente da rivedere alla luce degli stanziamenti previsti dal Recovery Fund.

Prosegue, infine, la strada verso quello che è sempre stato uno dei principali obiettivi: la riduzione dello squilibrio strutturale del bilancio.

Era di 80 milioni nel 2017, è stato ridotto a 30 milioni nel 2019. Ora, non voglio dilungarmi ma è bene ricordare che questo è stato un anno estremamente difficile per tutti, anche per i conti del Comune, che sono i conti di tutti i cittadini.

Abbiamo sentito forte il dovere di andare incontro ai torinesi in ogni modo possibile. Abbiamo ridotto le imposte, abbiamo reso gratuiti servizi che in altri momenti sarebbero stati a pagamento, abbiamo posticipato scadenze e segnato minori entrate per diversi milioni. Parallelamente le spese sono aumentate, in particolare per quanto riguarda l’aiuto alle famiglie più deboli e al welfare in generale.

Volevamo e dovevamo farlo, e su questo siamo stati estremamente determinati. Ciò che ci tengo a dire, tuttavia, è che queste misure non sono scontate e non sono indolore. Il bilancio del Comune è il bilancio di ogni singolo cittadino.

Ci tengo a ringraziare quanti lo hanno compreso e quanti hanno lavorato e contribuito affinché si unissero le forze verso un obiettivo comune.

Ringrazio l’Assessore Sergio Rolando, gli uffici, le realtà del territorio, le aziende e tantissimi cittadini che hanno fatto la loro parte. Ad esempio coloro che, pur avendo la possibilità di posticipare pagamenti, hanno rinunciato a farlo.

Grazie. Da parte mia e di tutta la Città di Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.